Crea sito

Archive for luglio, 2008

STEPHEN KING

Io adoro Stephen King, lo leggo da ben più di 20 anni, nella mia libreria sono raccolte tutte le sue opere tradotte in italiano, compresa anche qualche edizione in inglese. In tutta onestà non sono sempre di grande pregio, a volte ho letto di meglio, ma ci sono anche dei veri capolavori, dei libri che ti rimangono dentro e di cui non ti liberi più.
Penso che King dia il meglio di sè nei racconti brevi, nei libri che sono raccolte di racconti, oppure nelle saghe lunghe che sembrano non finire più, come la serie della Torre Nera che si sviluppa su 7 libri pubblicati a partire dal 1982 fino al 2004.
Da qualche anno la Marvel sta adattando questa serie su fumetto e sta collaborando con King per altri progetti; di recente, in vista dell’uscita del suo prossimo libro, si sono inventati questi episodi a fumetti:

 

Weekend di bagordi

Non so se avevate già capito che adoro mangiare e bere in compagnia, ma nel caso non fossi stata sufficientemente chiara, Vi illustro le fasi del mio ultimo weekend.

Venerdì sera
Cena con i colleghi d’ufficio in un posto strepitoso che nel menu ha carne, pesce e pizza e riesce a fare benissimo tutte e tre le cose. Eravamo in 9 e 6 di noi (inclusa me) si sono pappati un abbondante piatto di spaghetti allo scoglio (parafrasando Sordi potrei dire “Spaghetti!!!… m’avete provocato e io mo’ve magno”).
Tornata a casa per l’1.00 alle 5.30 sono partita alla volta di Pesaro/Fano con fidanzato ed una coppia di amici.

Sabato
Alle 7.30 eravamo già svaccati sui lettini al bagno del Camping Marinella di Fano.
Dopo le solite attività marittime, tipo: spalma e rispalma la crema solare, girati e rigirati sul lettino, passeggia sulla battigia e lunga nuotata, alle 12.45 eravamo già coi piedi sotto la tavola a gustarci uno squisito astice alla catalana (a Fano gli astici li chiamano grilli, ma non chiedetemi perché). Ronfata pomeridiana con annessa “bolla al naso” (come nei migliori manga giapponesi), bagno in mare, doccia serale e via un’altra volta a tavola al Ristorante “Antica Trattoria” a mangiare un buonissimo castrato.

Domenica
La mattina dopo, sebbene l’Hotel Marinella ci avesse presentato ogni ben di Dio per colazione, mi sono limitata ad un semplice thè, brontolando con il fidanzato che certi stravizi culinari sarebbe meglio limitarli.
Quindi…per la legge di “repetita iuvant”, oltre alle già summenzionate attività marittime, il pranzo, sempre al Camping Marinella, è stato a base di spaghetti alle vongole e la sera ci siamo "accontentati" di piada con affettati e formaggi misti, e…ehm ehm… tagliatelle con sugo stufato di faglioli (specialità della Trattoria “Il Pergolato” dalla Maria, locale imbucato sulle colline pesaresi, ma conosciutissimo da molti vip -visti i molti autografi con foto appesi alle pareti-).
Ovviamente sempre tutto annaffiato da buon vino locale bianco o rosso a seconda dell’occasione.

Siamo ripartiti alle 23.30 per Ferrara, alle 2 ero già nel mio lettone, ma devo dire che la terza notte di bagordi è stata foriera di sogni con combattimenti di draghi alati, seguiti da variopinte spirali psichedeliche.

Alle 8.40 di lunedì ero già in ufficio, demolita nel fisico e nello spirito. Ora mi attende una settimana di beveroni depurativi per lenire i sensi di colpa e riprendere possesso dei miei pantaloni!

The Sopranos (dè noantri)

Giorgio_JamesSolitamente la sera guardo sempre almeno 1 telegiornale, a meno che non sia già troppo depressa di mio (ascoltare di morti ammazzati e di politica spesso non aiuta il morale). Ieri sera ho ascoltato la notizia degli arresti nell’ambito dell’inchiesta relativa al tentativo di "scalata" alla Lazio (ora non si scalano più le banche o le finanziarie, bensì le squadre di calcio) e, guardando il bel faccione di Giorgio Chinaglia che continuava a negare di conoscere le persone a cui lo collegavano, non ho proprio potuto trattenermi dal paragonarlo a Tony Soprano (nella foto l’attore James Gandolfini che interpreta il ruolo del capofamiglia nel serial I Soprano).
Una vaga somiglianza c’è dai, almeno sul physique du rôle, poi le implicazioni mafioso-camorristiche le lascio ai giornali, alla giustizia e anche a… Striscia la Notizia! Sì perché Mr. Chinaglia è latitante da alcuni anni e Jimmy Ghione già fece un servizio su di lui incontrandolo nella sua residenza USA.

Birra

Orzo, malto, luppolo… ingredienti favolosi che si tramutano in birra, bevanda favolosa.
Non potrei vivere senza birra, così come non potrei vivere senza vino.
A dir la verità guardo un pò con sospetto chi conduce una vita TOTALMENTE morigerata, senza mai alcun eccesso o colpo di testa, senza nessun ozio, nessun difetto, nessun vizio.
Il tabacco l’ho provato in giovane età ma posso vivere benissimo senza; bacco l’ho sperimentato in ancor più giovanissima età, accontentandomi di 1 dito di vino permesso da mio padre insieme a molta acqua; venere… beh e chi non adora venere?
Vi scrivo bevendo una Grimbergen da 33cl, una doppio malto d’abbazia, nulla di stratosferico, ma di buona fattura… lascia fare ai monaci che loro la sanno lunga!!! Infatti le birre d’abbazia sono state create proprio da loro che poi se ne sono serviti per scambiarle con dei viveri per la loro vita monacale.
Uno dei miei sogni, se non fosse che costa caro, sarebbe proprio quello di fare un bel giro in Belgio, tra le abbazie più note per la produzione di birre locali e non.
Dopo il giro in Germania ed Austria… il Belgio s’ha da fà!! Per forza! Vi dico solo che in Germania la birra costa meno del’acqua ed è mille volte meglio, non è così alcoolica e così gassata come da noi.
Quel giro in moto è stato una favola ed insieme una rivelazione. Se potessi emigrerei a Monaco, città cosmopolita, vitale, e con della birra favolosa!

Mi piace molto anche il vino, non sono una super intenditrice, mi fermo all’ABC delle nozioni. Ho visto che molti sembrano intendersene, fanno i fighi al ristorante, ma poi sotto sotto quando gli aprono la bozza sotto il naso mica se ne accorgono se sa veramente di tappo oppure no.
Sommelier? Magari! Corsi ce ne sono pochi e si pagano molto, anche perchè ormai sembra una cosa "di moda". Sono stata anche al Vinitaly con il mio ex-cognato, è un’esperienza favolosa, tanti stand, tutte le regioni d’Italia in esposizione e tutti i vini da assaggiare. Unico difetto: non si può acquistare!!! Vinitaly è per gli addetti al settore, quindi si stipulano contratti, non si acquistano bottiglie.
Ricordi belli: lo stand favoloso dell’Umbria, con tutti i suoi vini rossi, la Sicilia, la Puglia con il suo magnifico Primitivo, i vini di Pantelleria.
Ricordi brutti: lo stand Franciacorta… cazzo… se la tirassero di meno porca puttana!!! Avevo il badge espositore eppure mi hanno trattato da vera merda solo perchè non ho saputo distinguere tra un demi-sec e un brut. Ma andatevene aff…………

Orto

Tenere un orto diventa una passione, una necessità, uno sfogo in un pò di verde dopo 8 ore di monitor.
E chi l’avrebbe mai detto che ce l’avremmo fatta? Io, una campagnola MAI dedita all’orto, e lui, un cittadino trasferitosi per amore nella provincia desolata. Invece…
Invece siamo in attivo di 3 kg di fagliolini, 100 cipolle tra bianche e tropea, 1 kg di pomodori ciliegini e il doppio di cuori di bue (ma in costante aumento), una 40ina di cetrioli e insalata verde da taglio sempre pronta. Più le erbe officinali: rosmarino, timo, basilico, prezzemolo, menta.
Ce la stiamo cavando bene, ci piace e ce lo curiamo il ns orto, lo difendiamo dagli afidi, che sennò col cavolo che le mangi le verdure, e lo difendiamo pure dalle lumache, che sò tanto carine, santiddio ma mò se magnano tutto se le lasci fare.
Insomma sembriamo proprio una bella coppia di umarells+zdàura, ma va bene così, quando facciamo spesa nei supermercati ce la ridiamo pensando al nostro orto ed al risparmio che ci permette.

Grigliata

Metti una sera a cena 6 amici + una grigliata di carne + del buon vino…
Metti la semplicità di questo tipo di serata strettamente collegata alla voglia di stare insieme e di dire delle cazzate
Metti 6 bistecche di coppone, 10 di pancetta, 6 braciole, 10 pezzi di salsiccia, 5 zucchine, tutti quanti belli pronti per la griglia, insaporiti con aglio, salamoia bolognese, olio di oliva.
Metti caffè e ammazzacaffè dopo (limoncello, liquirizia e liquore al cioccolato).
Metti che una delle cose più belle è quella di avere amici a cena e di passare così una serata piacevole.
Ma che si vuole di più dalla vita??? A volte è meglio godere delle piccole cose, senza cercarne di impossibili!

EUTANASIA

E’ un post un pò difficile, l’argomento in sè è controverso ed in questi giorni purtroppo tv e carta stampata si stanno gettando a capofitto sul tema e DENTRO la vita privata della famiglia Englaro.
Non mi scaglierò contro la Chiesa ed i suoi dogmi, perchè è tempo perso e fiato sprecato.
Quello che vorrei fare è prendere a calci in culo tutti quelli che si permettono di lanciare appelli ed alzare i toni della discussione…
Ma come vi permettete? Ma chi siete? Ma chi vi ha chiesto nulla? Ma perchè non vi fate un santo fazzoletto di cazzi vostri che così campate cent’anni in più???
Anzichè sindacare su questioni che non vi competono, perchè non guardate meglio negli occhi il padre di questa ragazza? perchè non riuscite a vedere la dignità di quest’uomo che non cerca nessun "appello unanime" da voi, nè vuole alzare i toni della discussione?
Anche perchè non c’è nulla da discutere se non la vostra assoluta mancanza di empatia!!

Sarebbe troppo facile dirvi: e se fosse figlia vostra la vorreste vegetale fino alla fine dei vostri giorni? No signori miei… io vi chiedo: mettetevi nei panni della ragazza, stendetevi a letto e state immobili, non grattatevi, non giratevi, non alzatevi per andare in bagno…chiamate vostro marito o vostra moglie e chiedetegli di aiutarvi nelle vostre funzioni corporali e poi di lavarvi! E tante altre cose di questo genere… annullate ogni vostro movimento, QUALSIASI MOVIMENTO! Poi annullate il vostro pensiero, la vostra fantasia, poi la vostra coscienza di esistere, perchè in quanto vegetale voi non avreste coscienza di esistere.

Se siete anche solo minimamente riusciti ad immedesimarvi (ne dubito parecchio), la prima cosa che dovreste fare è portare rispetto a questo padre di famiglia, lasciarlo solo in questa decisione ormai rassegnata, lasciarlo in pace. Riponete le armi da guerra e riponete il cappuccio alle biro che vorrebbero scrivere fiumi di carta sulla vicenda… il Sig. Englaro desidera solo dare degno riposo a sua figlia.

 

Un’ultima cosa: se la finzione dell’immedesimazione non vi riesce, allora ho un buon consiglio, fatevi un pò di sport estremo pericoloso, o magari una semplice discesa sugli sci su una pista nera ghiacciata, così se sarete fortunati vi fratturerete il bacino, starete immobili in posizione supina per almeno 2 mesi, i vostri cari diventeranno i vostri infermieri serventi imboccandovi, lavandovi, cambiandovi, etc… e voi vi sentirete impotenti, arrabbiati (i primi giorni, poi man mano col passare del tempo sarete inkazzati) ed intrattabili, guarderete il calendario con gli occhi ogni secondo attendendo lo scadere dei giorni di convalescenza. Avrete il tempo per pensare che da soli non potete più fare niente, NIENTE DI NIENTE, e ringrazierete che vi trovate in uno stato di disgrazia temporanea, perchè se foste paralizzati a vita natural durante……………………………………
Meditate gente, meditate (e possibilmente in silenzio!)

Pensionamento

Ieri sera dopo vari tentativi di rianimazione, dopo numerevoli smonta e rimonta, svita e avvita, togli e rimetti connettori, check dell’hard disk e smanettamenti vari… ho definitivamente pensionato il mio primo iMac.
Dal momento della sua uscita sul mercato (maggio 1998) è stato amore a prima vista e acquisto a stretto giro di tredicesima.
Amico fedele e fidato (inoppugnabile ai virus, malware, dialer e spyware che infestano qualsiasi comune pc Windows), subì putroppo un grave danno alla scheda modem interna a causa di un fulmine (in caso di temporale ricordatevi di staccare anche lo spinotto telefonico del modem e non solo la presa di corrente!!). A distanza di breve l’hard disk decise per un crash fatale.
Ho tentato il ripristino con hard disk "condizionato", ho comprato una nuova pila lithio per la batteria tampone, ma ahimè i tentativi sono stati vani, l’iMac non si è mai più ripreso dal coma profondo in cui è rimasto per circa 2 anni.
Quando un ciclo bio-tecnologico finisce è giusto separarsi con affetto, ma anche severa fermezza; ora verrà propriamente rottamato nell’isola ecologica predisposta da Hera Ferrara.
Adieu!

ps: the best way to upgrade your PC? BUY A MAC !!!

VASCO

Non sono mai andata a vedere un concerto di Vasco Rossi, ma prima o poi sapevo che l’avrei fatto.
Non amo particolarmente la musica italiana, l’ascolto, ho i miei preferiti, ma nessun amore assoluto come ho per il Boss, i Queen, gli U2, i Pink Floyd.
Il 19 settembre 2008 sarò seduta in tribuna numerata con fidanzato ed una coppia di amici a godermi il Vasco nazionale.
Era ora… !!

FERRARA e l'Arte

Ferrara è la mia città. Il 20 ottobre 2007 il Presidente Giorgio Napolitano ha inaugurato proprio qui la filiale italiana della Fondazione Ermitage. La prima mostra di Ermitage Italia si è tenuta dentro il Castello Estense e, data l’affluenza, la chiusura è stata prorogata al 20 luglio prossimo. L’artista di cui vengono esposte le opere è Benvenuto Tisi, detto Il Garofalo ; uno tra gli importanti pittori/artisti ferraresi che beneficiarono del mecenatismo dei Duchi d’Este.
Pagando 10€ potete fare una visita completa del Castello e delle sue belle sale affrescate, potete entrare nelle prigioni sotterranee e visitare anche l’imbarcadero. Poi accedete alla mostra, sempre in sale appositamente climatizzate del Castello, e se avete preso l’audioguida avrete le spiegazioni (abbastanza esaudienti) su almeno 20 quadri esposti, provenienti da musei di tutta Europa, Italia compresa, nonchè da collezioni private.

Vi invito quindi a godervi un week-end a Ferrara, unendo cultura, arte, gastronomia e relax; soprattutto relax, perchè Ferrara non è molto grande, si visita bene a piedi o addirittura noleggiando la bicicletta. Il centro storico è molto bello (sono di parte, lo ammetto), così pure il Duomo che ha un suo Museo a pochi passi (qui sono conservate le opere di Cosmè Tura, un altro famoso artista ferrarese). Ad una sessantina di km circa dal capoluogo, direzione mare, potreste inoltre visitare Comacchio e l’Abbazia di Pomposa.
Insomma… venite dai!!! C’è anche una discreta zona attrezzata per i camper ;-))) . Venite ora, venite quando volete, basta che prima o poi veniate a farci un giro, 2 giorni bastano, ma mi raccomando… seguite almeno questi 2 consigli:
1- evitate come la peste le settimane centrali di Agosto quando la città viene invasa dalla bolgia dantesca che segue il Buskers Festival.
2- se potete scegliete Maggio, così potreste anche assistere ad uno dei tanti eventi che si svolgono durante il mese del Palio di Ferrara.