Crea sito

Posts Tagged ‘incapaci’

STIMA

Il significato generale di stima, riferito alle persone, è quello di <<buona considerazione, valutazione positiva di una persona, delle sue qualità>>.

Si possono stimare anche i “nemici”, almeno io l’ho fatto, quando pur non condividendo affatto le loro azioni o i loro pensieri, ho trovato in loro una seria motivazione, una coerenza che ha portato alla discussione accesa, poi alla stima dell’integrità della persona. E’ naturalmente più facile stimare persone per le quali si provano affinità elettive.

Quando penso alla stima, aggiungo anche il rispetto, a volte un filino di devozione, penso ai sentimenti che può provare una truppa in battaglia per il condottiero che la conduce dalla prima linea. Quindi la stima la si conquista con sudore e sangue…

Stimavo il mio responsabile, nonostante tutto, nonostante sapessi che in fondo in fondo non c’è mai stato tagliato per la vita da condottiero, almeno lo stimavo per le sue capacità. Ora che la misura è davvero colma, sono terribilmente in imbarazzo perchè non riesco nemmeno più a fare finta di stimarlo!

Non so se lo ha capito e fa finta di nulla o se proprio non ci arriva, purtroppo sono convinta che anche se lo avesse capito poco gli importerebbe di aver perso la MIA di stima, perchè l’importante ovviamente è non perdere quella del suo Generale d’Armata, che gli frega se è un Fante che non lo sopporta più?

Io invece ho provato tristezza nei suoi confronti, perdendo la stima che avevo in lui, ho tolto l’ultimo velo di giustificazioni che gli lasciavo, così ora lo vedo in tutta la sua pochezza, nelle sue piccole azioni feudali, nelle sue cospirazioni viscidine, nel suo volersi accaparrare la benevolenza del Signore del Reame. Il meschino non capisce nemmeno che le battute che dice sugli episodi suoi personali non fanno che aggiungere sostanza alle nostre perplessità sulla sua vita “out-of-office”: l’ultimo momento per andare dal pediatra, l’ultimo istante per ritirare la pagella del figlio, l’ultimo secondo per uscire in tempo dall’ufficio (ed arrivare a casa prima del coprifuoco).

Provo tristezza anche perchè è sopraggiunta una certa fase di delusione, ho sempre sperato che nonostante la sua fermezza nel divulgare il Verbo Aziendale, ci fosse uno spiraglio dentro quella testa bacata, invece no! Meglio andare nel pozzo… lo dice il Verbo!!

I Fanti di Reparto attendono l’avverarsi della Buona Novella che fu loro raccontata quasi un anno fa… un nuovo Comandante è stato chiamato, il vecchio parte per una nuova frontiera, un nuovo reparto lo aspetta in attesa che un Vecchio Generale deponga le armi. I Fanti hanno stima del Nuovo Che Arriverà, attendono impazienti, attendono che il Nuovo porti novità, ma soprattutto comando e rispetto. I Fanti sono stanchi dello YesMan, i Fanti sono stanchi di “Armatevi e partite”, i Fanti sono stanchi di andare in battaglia coi fianchi scoperti, i Fanti… alla fine dei conti, ce la mettono tutta, ma il bottino da spartire è pur sempre un bottino “da fanti” !

HAPPY CHINA

Happy china è un mio collega “indiretto”, nel senso che non lavora nel mio reparto, ma è cmq nella mia divisione di reparto.
Happy china è stato NOMINATO per andare nella Grande Happy Casa Cinese; è qualificato per farlo, non fosse altro che è alto come un cinese medio, quindi è un metro e un cazzo.
Happy china nonostante la statura, è affetto da megalomania e se fosse alto proporzionalmente al suo ego, lo si potrebbe paragonare a ben 2 Kareem Abdul Jabbar messi in verticale.
Happy china era, è e sempre sarà un cagacazzo mondiale; lui non ti saluta, annuisce leggermente con la testa e quando è di buon umore risponde al tuo ciao con un risicato buongiorno a labbra strette… ho giurato a me stessa che la prossima volta gli rispondo “buongiorno un cazzo!”.

Happy china sta sui coglioni a molti altri miei colleghi perché è un falso viscido bugiardo incompetente e pure leccaculo (che non guasta mai). Un mio collega, che lo ama particolarmente, mi ha detto che ogni mattina ascoltando il telegiornale spera di sentire la notizia del suo rapimento da parte di una banda di stupratori gay. Condivido questo stato d’animo, non ascolto il telegiornale assiduamente come lui, ma so che se ciò avverrà sarò una tra le prime ad essere informata (sto tenendo da parte una bottiglia per le grandi occasioni!).

Spero che Happy china non ritorni mai più in Italia, spero che i potenti a cui ha leccato alacremente il culo gli impongano di rimanere laggiù perché “la sua presenza ed il suo contributo sono fondamentali per la buona riuscita del progetto”, quindi farà sicuramente meno danni in Cina di quanti ne possa mai fare in Italia.
 
BYE BYE HAPPY CHINA

SIAMO TUTTI COMUNISTI!!

Ulteriori e più pesanti accuse su complotti comunisti da parte del nostro Silvio.
Andrà a finire che siamo tutti un pò comunisti dentro, almeno se non la pensiamo come lui.

Lo so che il video che allego è ormai uno dei più visti e forse anche scaricati, ma lo metto lo stesso; lo faccio perchè vorrei che ascoltaste bene quello che dice, le accuse NON tanto velate che Silvio rivolge al nostro Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, le accuse alla magistratura e alla Consulta, le offese ai partecipanti alla trasmissione Porta a Porta, il tono schiumante di rabbia e via via nel suo delirio…

Le parole del Presidente del Consiglio, oltre ad infamare il comune rispetto e buonsenso, offendono i cittadini italiani. Io mi sento profondamente offesa da una persona di questo genere, se ne avessi il potere la fare dimettere dal suo ruolo istituzionale, NON perchè non l’ho votato e non la penso come lui, ma perchè sta dimostrando di non avere rispetto per niente e nessuno.
Una persona del genere NON deve stare in Parlamento, non deve neanche avvicinarsi al Parlamento, non merita di avere la fiducia dei cittadini, anche gli italiani che lo hanno votato dovrebbero riconoscere in queste parole non solo uno "scatto di nervosismo" (come si potrebbe dire in parole povere), ma un rabbioso intervento di un omuncolo che ha fatto di tutto, letteralmente di tutto, per arrivare al suo scopo (l’approvazione del Lodo Alfano) e poi se lo è visto sfuggire dalle mani. Come non essere rabbiosi di fronte al fatto che sono andati in fumo mesi e mesi di trame, di incontri privati, di riscritture del Lodo (chissà che pastrocchio alla fine!) e ora si trova ad essere un cittadino come noi che quando sbaglia paga!

Ascoltate bene e se non vi basta riascoltate, sentite le "minacce" verso il Presidente, in un qualsiasi altro paese un atto del genere verrebbe punito con gravità inaudita… invece quest’uomo ogni giorno inonda di merda ogni telegiornale d’Italia.
CHISSA’ QUANDO RIUSCIREMO A FARLO STARE UN PO’ ZITTO… 
 

 

UOLTER!

UOLTER SVEGLIATI!!!
UOLTER… E’ ORA DI PASSARE DALLE PAROLE AI FATTI!!!

Poi non chiederti perchè Bersani si candida al tuo posto, perchè se non l’hai capito te lo dico io: sei un fanfarone inebriato dalle tue belle parole di uguaglianza, diritti, solidarietà, etc. etc., hai voluto creare un governo ombra che non serve a nulla e nell’ombra siete rimasti; inoltre, per dirla in ferrarese: conti come il due di bastoni quando c’è coppe come briscola… quindi un cazzo!

E’ ora di passare dalle parole ai fatti, è ora di far vedere se hai le palle per fare qualcosa, è ora di smetterla di appoggiarti un pò di qua e un pò di là, è ora che fai tue alcune idee e proposte di Di Pietro che, nonostante il linguaggio colorito e scoordinato, almeno dei progetti sensati ce li ha!
Cerca di precorrere i tempi, non di fare dichiarazioni a posteriori… che dopo sono bravi tutti a parlare e a dire la cosa giusta che gli altri vorrebbero sentire.

E’ ora che prendi una posizione, ma soprattutto… è ORA CHE TI INCAZZI.

Prova, almeno una volta nella vita, ad arrabbiarti sul serio, metti in fila tutte le accuse che hai contro il malgoverno e poi sputale fuori.
Se non sei capace di incazzarti, no problem, te lo dico io come si fa: comincia a vivere una vita da persona SENZA privilegi, mettiti in tasca 1200 € al mese e pagaci il cibo, le bollette e anche il mutuo, ti assicuro che ti troverai in un’altra dimensione. Prova andare a lavorare con i mezzi pubblici o con la TUA di auto non con l’autista… uuuhhh se ti incazzi allora  ;-D! Vedrai vedrai… provare per credere (slogan imbattibile).
Ah, magari prova a fare pure il precario di questi giorni……………………………

E non uscirtene un’altra volta con la storia della QUESTIONE MORALE… per cortesia, non insultare i tuoi elettori, lo sapevi già che avevi delle mele marce nel tuo cesto e ce le hai messe solo perchè ti facevano comodo.

UOLTER DAT NA’ MOSA!!!
che la prox volta mi tocca voltare Gianfrà……….

La Nebbia

La nebbia agli irti colli
Piovigginando sale,
E sotto il maestrale
Urla e biancheggia il mar

"San Martino" di Giosuè Carducci

Oggi volevo fare un post sulla nebbia, per puro caso mi sono ricordata la strofa del Carducci, così ho anche il piacere di ricordare San Martino che ricorre proprio oggi 11 novembre.

La nebbia…
La nebbia in pianura padana C’E’, c’è sempre stata e sempre ci sarà, punto e basta. Chiunque viva in pianura padana deve farsene una ragione sia che guidi attivamente l’automobile, sia che faccia il semplice passeggero. Inoltre il passeggero deve limitarsi a non fare commenti impropri mentre viene scortato alla sua destinazione, perchè il guidatore è già irritato di suo a guidar con la nebbia, figuriamoci con uno/a di fianco che lo ammonisce a star attento.
La nebbia non mi fa paura, sono gli incapaci e gli sbadati al volante che sono pericolosi. E’ quella categoria di guidatori che esce in una mattina grigissima di nebbia ed accende solo le luci di posizione o non le accende affatto… tanto siamo di giorno e quel grigiore diffuso li trae forse in inganno, facendo loro pensare che gli altri debbano localizzarli e schivarli tramite GPS.
Sono gli stessi che fanno i 40 km/orari solo perchè la nebbia ce l’hanno fuori l’auto, ma soprattutto DENTRO l’auto: i vetri sono appannati, gli autisti sono imbacuccati con la nuvoletta di fiato che esce dalla bocca, la loro manina sfrega continuamente in cerchio la sezione di parabrezza davanti ai loro occhi… i più arditi tengono pure abbassato il finestrino (tanto per congelarsi meglio il cervello).
Signori………….. per chi non lo sapesse, in ogni auto che si rispetti c’è un cosa misteriosa chiamata plancia, con tanti bei bottoncini, ma soprattutto 3 fondamentali manopole a semicerchio:
1- quella con 1 strisciolina blu e 1 rossa per regolare la temperatura
2- quella con tanti bei disegnini che identificano le buchette d’uscita dell’aria
3- quella con una ventolina e i numeri da 1 al 4 serve ad attivare la ventilazione dell’abitacolo

Allora… se il vs concessionario non vi ha detto nulla o vi siete addormentati prima di arrivare a leggere le indicazioni apposite sul manuale d’uso e manutenzione della Vs. Bianchina… ora vi svelo il 10° segreto di Fatima: posizionate il primo selettore circa a metà della strisciolina rossa, posizionate il secondo selettore sulla figurina che sta in basso a dx (direzione parabrezza) e infine posizionate il terzo selettore almeno sul 2… et voilà, in breve tempo il vs parabrezza si rischiarerà magicamente… per il bottone del condizionatore rimando volentieri ad un’altra lezione più advanced.
Queste operazioni vi permetteranno di aumentare la vs velocità di almeno altri 30 km, evitando così di rompere i coglioni a chi vi sta dietro e vi deve seguire passo passo senza poter sorpassare!
Ah, dimenticavo… sfruttando di riflesso il tepore dell’aria sparata contro il vetro magari dopo un pò riuscite anche a togliervi berretto e pastrano che vi avvolgono come un sacco a pelo.

La nebbia non mi fa paura nemmeno di notte…
Nel buio grigiastro della notte c’è chi trae conforto dal viaggiare stando dietro ad un’automobile che gli spiana la strada, io invece preferisco di gran lunga essere a capofila! Perchè? Perchè di notte si incontrano SEMPRE quelli che ti accendono tutta quanta la luminaria natalizia con antinebbia e retronebbia compresi. I retronebbia non li sopporto, detesto questi 2 occhi rossi infuocati che ti sfidano, ti accecano e ti istigano alla violenza… capisco una macchina solitaria che viaggia nella pampa desolata della pianura, ma perchè tenerli accesi anche quando non sei da solo? Perchè vuoi rompere le scatole a chi ti sta dietro?? Perchè non capisci che i lampeggiamenti di abbaglianti che ti sfarfallo non sono per farti accostare ma per avvisarti di spegnere quei cazzo di fari?? E inoltre… perchè tieni i retronebbia accesi anche quando siamo tutti incolonnati in autostrada? Tutti a 50 metri l’uno dall’altro… dove vuoi che andiamo? Vuoi che non ti veda???
Mammamia… neanche con i punti del Dixan ha preso la patente certa gente!!!!!!!

La nebbia e San Martino sembrerebbero non aver nulla in comune, tranne per il fatto che questo periodo viene definito anche come l’estate di San Martino, ovvero un periodo in cui la temperatura è generalmente più mite rispetto alla normalità. L’escursione termica tra giorno e notte aiuta i folletti della nebbia a produrre i simpatici fenomeni nebbiosi che interessano vasta parte delle nostre zone.
San Martino si è convertito al cristianesimo nonostante le opposizioni dei genitori, ma la sua è stata una vita in parte militare. La leggenda vuole che con la spada abbia diviso a metà il suo mantello di lana per proteggere un mendicante dal freddo e dalle intemperie, così facendo il sole cominciò a riscaldare l’aria come in estate, da cui appunto "l’estate di San Martino".

Da ultimo non poteva mancare Gioele Dix in questo post: